14 giorni mancanti
Capitale raccolto
140.036,45
di 100.000,00€
100%
140%
Max 310.000,00€
139.378,73€ Totale ordini accettati
10,25 % Massimo rendimento annuo
17 mesi Durata investimento
4 giorni Periodo di riflessione
5 - Rischio Medio alto
Valore investimento Interesse annuo
da € 50,00 9,75%
da € 1.500,00 10,00%
da € 5.000,00 10,25%

Il Crowdbridge e la finalità della raccolta

Crowdbridge è l’innovativo finanziamento ponte (Bridge Financing) a marchio registrato Opstart, ideato per permettere alle aziende - startup innovative e PMI - di ottenere capitali in attesa di un evento finanziario futuro. Nel caso in questione, Cellex ha vinto il bando "Riposizionamento Competitivo RSI" indetto da Regione Lazio per favorire il riposizionamento competitivo delle imprese del territorio attraverso lo sviluppo di tecnologie avanzate in linea con le traiettorie di crescita individuate nella Smart Specialization Strategy Regionale (RIS3).

Investendo nel Crowdbridge, l'investitore verrà rimborsato del capitale prestato non appena l'azienda riceverà le somme previste dall'ente che eroga la misura.

Cellex è nata nel 2018 per progettare, realizzare, produrre e lanciare sul mercato bioreattori, ovvero biotecnologie che riguardano la salute umana. In passato, la società ha già svolto una campagna di equity crowdfunding su Opstart chiusa con successo raccogliendo oltre 220.000€.  I capitali sono stati utilizzati per l'acquisto di nuove attrezzature, per l'integrazione di nuove figure professionali nel team e hanno contribuito all'apertura di due nuove sedi, di cui una produttiva.

L'operazione di lending crowdfunding permetterà a Cellex di avere la liquidità necessaria per sostenere il piano di sviluppo previsto per il bando e in particolare per acquistare nuove tecnologie produttive. Nello specifico:

- un dispositivo di produzione additiva a sinterizzazione laser;

- una licenza commerciale del software di progettazione Comsol Multiphysics;

- uno spettrometro del vicino infrarosso (NIR);

- una batteria di sensori per l’acquisizione di segnali biochimici da coltura cellulare;

- una stampante per resina biomedicale e un generatore di ultrasuoni con sonda.

Inoltre, i capitali raccolti verranno utilizzati dalla società per finanziare un progetto che prevede la produzione di scaffold nanometrici, in grado di avanzare ulteriormente la ricerca medica e scientifica, e l'impiego di 3 persone per tutta la durata del progetto.

Caratteristiche dell'operazione

La campagna di lending crowdfunding ha un obiettivo minimo di 100.000€ e un obiettivo massimo di 310.000€.

L'investimento in Cellex ha durata di 17 mesi, con pagamento mensile degli interessi e rimborso del capitale alla fine del piano di ammortamento.

Per questa campagna è stata attivata la canalizzazione dei flussi in entrata e uscita del denaro necessario per il pagamento delle spese relative alla misura di finanza agevolata e il rimborso del finanziamento, che avverrà non appena l'ente avrà erogato le somme previste dal contributo.

Gli interessi lordi sono suddivisi per scaglioni sulla base della cifra investita:

9,75% annuo lordo per investimenti da 50€ a 1.499,99€;

- 10% annuo lordo per investimenti da 1.500€ a 4.999,99€;

10,25% annuo lordo per investimenti da 5.000€ in su.

Rimborso anticipato

È policy di Opstart-Crowdlender incentivare il rimborso anticipato dei prestiti da parte delle aziende finanziate, mediante l’azzeramento della penale di estinzione anticipata nei momenti in cui l’azienda risulta essere più liquida. In questo modo, riducendo le tempistiche di rimborso del prestito, si riducono anche i potenziali “rischi di credito” connessi a tali tipologie di investimento e si consolidano gli interessi maturati fino a quel momento.

La tassazione

Grazie alla partnership con Pitupay, su Crowdlender potrai usufruire del servizio di sostituto di imposta, dedicato solo alle persone fisiche. Gli interessi saranno corrisposti al netto dell'imposta sostituiva pari al 26%, a titolo definitivonon dovrai più preoccuparti di inserire i proventi dei tuoi investimenti in lending crowdfunding nella dichiarazione dei redditi.

La società

Cellex è nata nel 2018 per progettare, realizzare, produrre e lanciare sul mercato bioreattori, ovvero biotecnologie che riguardano la salute umana. Attraverso le cellule coltivate in bioreattori e all’interno di opportuni sistemi integrati, si producono farmaci salvavita come insulina, anticorpi monoclonali e vaccini. I bioreattori sono utili anche per le cosiddette “terapie avanzate”, in cui vengono utilizzati per produrre sostituti d’organo o tessuti, terapie rigenerative (ad esempio, a base di cellule staminali) e immunoterapie per il trattamento dei tumori. 
Il principio di funzionamento di tutti i bioreattori di Cellex è puramente fluidodinamico: l’esposizione delle cellule all’ossigeno e ai nutrienti necessari per la loro proliferazione e per favorire la produzione del presidio medico di interesse avviene senza l’utilizzo di pale rotanti (come invece avviene nei bioreattori attualmente sul mercato), aumentando l’efficienza di produzione fino al 200%.
Negli ultimi tre anni, la società ha più che triplicato il valore della produzione, accumulando asset per circa 4 milioni di euro e ricevendo investimenti privati per più di 1 milione di euro (incluso un investimento di Lazio Innova, veicolo di innovazione della Regione Lazio) e pubblici per circa 2 milioni di euro.
Cellex partecipa a 4 progetti europei con partner provenienti da tutto il mondo e, alla fine del 2023, ha attivato una filiale a Wageningen, in Olanda, per facilitare la collaborazione con l’Università di Wageningen su nuovi prodotti e processi che coinvolgono l’utilizzo medico di linee cellulari provenienti da invertebrati marini e si occupano di sviluppare la carne coltivata.
In passato, la società ha già svolto una campagna di equity crowdfunding su Opstart chiusa con successo raccogliendo oltre 220.000€. I capitali sono stati utilizzati per l'acquisto di nuove attrezzature, per l'integrazione di nuove figure professionali nel team e hanno contribuito all'apertura di due nuove sedi, di cui una produttiva.

Scenario di mercato

Il mercato dei tessuti impiantabili e dei bioreattori è caratterizzato da una crescita significativa e costante, come evidenziato da vari rapporti di settore. Secondo Research and Markets del 2020, il mercato globale dei tessuti impiantabili dovrebbe crescere a un tasso annuo composto del 10,6% dal 2020 al 2027, raggiungendo un valore di circa 19,8 miliardi di dollari entro il 2027. Questo indica chiaramente una dinamica positiva e un interesse crescente verso le soluzioni innovative nel campo dei tessuti impiantabili. 

Nel solo continente europeo è prevista una crescita del mercato a un tasso annuo composto del 6,2% dal 2021 al 2028, secondo un rapporto BIS Research del 2021. Sebbene il dato sia inferiore rispetto a quello globale, il mercato europeo dei tessuti impiantabili dovrebbe comunque raggiungere un valore di circa 3,3 miliardi di dollari entro il 2028, a dimostrazione del fatto che anche in Europa c'è un significativo sviluppo e adozione delle tecnologie relative ai tessuti impiantabili, guidato dalla domanda crescente e dalle innovazioni nel settore medico e sanitario.

Parallelamente, il mercato dei bioreattori per l'ingegneria dei tessuti sta vivendo uno sviluppo ancora più rapido. Secondo un rapporto di MarketsandMarkets del 2020, il mercato globale dei bioreattori per l'ingegneria tissutale dovrebbe crescere a un tasso annuo composto del 15,7% dal 2020 al 2025, raggiungendo un valore di circa 1,8 miliardi di dollari entro il 2025. L'aumento è trainato dalle innovazioni tecnologiche e dall'incremento della domanda di soluzioni avanzate per la produzione di tessuti biologici.

In conclusione, il settore dei tessuti impiantabili e dei bioreattori è in una fase di rapida crescita e sviluppo, offrendo molte opportunità per innovazione e crescita, ma anche sfide significative in termini di competizione e necessità di investimenti continui in ricerca e sviluppo. Con una strategia ben pianificata e un focus sull'innovazione, è possibile emergere come leader.